Luca Scalzullo's podcast

Ascolta "Luca Scalzullo's podcast" su Spreaker.

la voce di paola - podcast

 

Ascolta "la voce di paola" su Spreaker.

Internet da non credere - Mimmo Aprile

Ascolta "Internet da non credere (Lo and Behold)" su Spreaker.

Teachker

Ascolta "Teachker" su Spreaker.

Liberare la scuola. Recensione ma non troppo

Recensire Liberare la scuola. Vent’anni di scuole autonome, volume curato da Marco Campione ed Emanuele Contu per le edizioni Il Mulino non è facile. E poi sono troppo coinvolta, la legge sull’autonomia scolastica segna i miei primi anni di docente, i primi corsi di aggiornamento. Ricordo la passione e il fermo sostegno alla legge sull’autonomia del mio Dirigente Martino Sante Liuzzi, ricordo l’incontro con l’ispettore Tiriticco (il primo, lo avrei rivisto tanti anni più tardi, sorprendente come quella prima volta). Quante speranze…

Mi ha attirato subito il titolo, Liberare la scuola, e quanto bisogno ci sarebbe di liberarla, oggi più che mai. E poi sono solo vent’anni, l’autonomia è ancora in odore di gioventù. Come si dice qualche volta di un giovane promettente e talentuoso: “si farà”.

Leggi tutto

Stampa Email

Il digitale come plug-in della didattica

Un plug-in, tecnicamente, in Informatica rappresenta una estensione di funzionalità non autonome di un programma principale. Ne estende, quindi, le potenzialità, non le aggiorna, come, invece, fa una patch, ossia una porzione di codice progettato per aggiornare l'esistente.

In epoca di emergenza Covid-19 (alias coronavirus), invece, il mondo della scuola sembra aver improvvisamente scoperto l'importanza delle tecnologie ma, invece che usarle a supporto della didattica, le sta usando per aggiornare una versione precedente di se stessa. Come farebbe una patch, appunto. 

Faccio un salto indietro nel tempo e mi ritrovo nel 2008. 12 anni fa. 
Sembra una fiction che va in onda sulle reti Rai in questi stessi giorni ma non è così.

Leggi tutto

Stampa Email

Ci vorrebbe una didattica slow

Cosa è successo? Stavo leggendo Era una notte buia e tempestosa e poi si è spento tutto.

Ricordo come in un sogno i nostri occhi che si incrociano, colleghi, occhi interroganti, i primi provvedimenti che si affastellano, le prime decisioni da prendere, l’ultima volta che ho parcheggiato l’auto nel cortile della scuola. Poi la scrivania, gli auricolari, occhiali, il pc, lo smartphone, caricabatterie, cuffie, modem, iPad, chiavette, appunti, libri, burro di cacao, il collirio, acqua, un cavalletto per reggere lo smartphone, la piastra per i capelli. Fuori la paura.

È cambiato tutto.

Leggi tutto

Stampa Email

Umano chi legge

Umano chi legge, attività didattica per l’accoglienza a.s.2019/2020



“La Scuola apre mondi” (Massimo Recalcati, L’ora di lezione)



2019: cinquant’anni dall’allunaggio. La conquista della Luna, sognata osservata vagheggiata e descritta, divenne realtà il 20 luglio 1969. Avevo tre anni e non ricordo niente. Il segno di questa conquista è l’impronta dell’astronauta sulla superficie lunare. Infatti, lasciare un’impronta è un segno importante del nostro passaggio e spesso si usa questa metafora proprio per gli insegnanti che quanto più sono appassionati del proprio lavoro tanto più lasciano impronte. E le impronte hanno più senso al plurale che al singolare.

Se insegnare significa letteralmente, come abbiamo visto, lasciare un’impronta, una traccia, un segno nell’allievo, è perchè si esclude che la trasmissione possa ridursi a una clonazione, ovvero alla riproduzione passiva e conformistica della parola del maestro (M.Recalcati, cit.,p.109) 

Sono pienamente d’accordo con Recalcati, il suo L’ora di lezione mi ha tenuto compagnia in questa strana estate, di nuovo (non leggo mai un libro una volta sola) insieme ad altre letture. Credo sia una delle aspettative più alte, quella di lasciare un’impronta. Ci provo tutti i giorni, e confido sempre nel pieno successo, ma proprio perché legato a questo anniversario, l’anno scolastico 2019/2020 merita un’impronta speciale,  una bella impronta, di quelle che restano visibili per tanto tempo, come quella dell’uomo sulla luna.

Leggi tutto

Stampa Email

  • 1
  • 2

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok